.
Annunci online

 
simonespiga 
militanza, comunità, volontariato, ambiente...
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Associazionismo - Volontariato - Notizie*****
Fare Verde
Fare Verde Cagliari
Unione Generale del Lavoro
Zeta Zero Alfa
NoReporter
Massimiliano Bonu
Fondazione Julius Evola
Alain De Benoist
Polaris
Novopress
Comunità Popoli
No al Calcio Moderno
I miei Amici Blogger *****
nonsolorossi
Michele Pisano Blog
Enzo Cumpostu
MaraLai
Ceciliaraba
Steppenwolf
Alessandro Serra Blog


LINK DELLA DESTRA SOCIALE
Gianni Alemanno
Destra Sociale
Roberta Angelilli
Area - la rivista
Area - Ass. Cult.
Fondazione Nuova Italia
Identitario
Sardegna Non Conforme
Settembre Nero
Terra di Mezzo - Crotone
Luigi Curci
Militanti Per la Vita
Le Cose da Dire
Frodo Baggins - Un Hobbit Controcorrente
Gianmario non conforme
Oronzo Cilli
Area Sabaudia
Antonio Pasquini
Luca Caremi
Destra Sociale Sabaudia
Carlo Fidanza
Francesco Sallustio Taranto
AltraDestra
Fedalmor
Gianmichele Nonne - Consigliere Comunale An Dorgali (NU)
  cerca

  


  ISCRIVETEVI ALLA
  Newsletter.it - Arretrati




















 

Diario | URLIAMOLO !!! | Appuntamenti | Con simpatia... | Quelli che il Blog... | Parcheggio Via Manzoni | Elezioni Sardegna 2005 | Abolire il 25 Aprile? | Solidarietà al Foro | Referendum 12/13 Giugno | Autodeterminazione dei popoli | Comitato per la scelta del Sindaco di Cagliari | Coordinamento Nazionale MUTUO SOCIALE | Strage di Bologna, vogliamo la verità! | Ascolta la nostra musica | Circoscrizione N°4 | Precariato ...ora basta! | Ultras...discutiamone | Giù le mani dalla Colonia Dux | TITTI LIBERO | Allarme sbarchi in Sardegna | Partito Unico, discutiamone... | No al termovalorizzatore di Ottana (NU) | No al signoraggio ! | Elezioni Politiche 2008 - 13 14 Aprile 2008 | No al Ponte sullo Stretto | Comunali ad Assemini - 15/16 Giugno 2008 | Sardegna - Elezioni Regionali 15/16 Febbraio 2009 | No al Nucleare! | Referendum Regione Sardegna - 5 Ottobre 2008 | Elezioni Europee 6/7 Giugno 2009 | No ai sequestri di persona | Elezioni Regionali 2010 | Elezioni Provinciali in Sardegna - 30/31 Maggio 2010 | Referendum Regionale contro il nucleare in Sardegna | Elezioni Comunali di Cagliari - 15/16 Maggio 2011 | Referendum contro il porcellum | Comitato Sardo Acque Sociali | No al Galsi | Referendum per la Sardegna - 6 Maggio 2012 | No Tav | Referendum per ridurre le indennità dei Parlamentari | Paola Musu Presidente del Consiglio - Elezioni Politiche 24 /25 Febbraio 2013 |
 
Diario
1visite.

12 maggio 2008

Zetazeroalfa DRUMO: “Estremocentroalto”

Zetazeroalfa DRUMO: “Estremocentroalto” CD digipack [Rupe Tarpea]
di VKK

Chi/cosa è DRUMO? Il dubbio s’insinuava picchiando lento e pervicace come gocce di piombo fuso sulle coscienze di molti: DRUMO, il non-sense verbale, questa specie di parolaio dada il cui senso nessuno afferrava, nessuno era in grado di cogliere in maniera compiuta.

Poi le autorità competenti hanno provveduto, poco per volta, a svelare il mistero: DRUMO come acronimo di “Divisione RUMOre”, la costola (particolarmente) perversa di Zetazeroalfa, il suo lato oscuro, un po’ come il gemello malvagio partorito per scissione dal cervello siamese del protagonista di “La metà oscura”.

DRUMO. La Cosa. La vera “Cosa Nera”.

Di cui tutti sapevano tutto e nessuno sapeva niente.

Sì, perché proprio quando il mistero veniva svelato si procedeva goliardicamente a ri-velarlo con sistematica e cocciuta caparbietà. Si sviluppavano leggende, boutades situazioniste forumistiche contribuivano alla nascita di un mito avvolgendo Drumo di un alone di misticismo urbano: nasceva l’entità drumica, soggetto proteiforme dotato di bislacca maschera Domino Hurley e di più braccia di una divinità hindu, ad ognuna delle quali corrispondeva una storia, un cortometraggio mentale, una facezia da bettola…
 
Continua la lettura


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ZetaZeroAlfa

permalink | inviato da simonespiga il 12/5/2008 alle 17:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

23 agosto 2007

Con Radio Bandiera Nera in onda la destra radicale

 Da “Libero”

Si sono conosciuti su un forum politico non conforme (vivamafarka.it) e nel giro di un mese hanno messo su una radio. Un’emittente che già dal nome, “Radio Bandiera Nera”, fa capire da che parte sta. Inizieranno a trasmettere da settembre, ma oggi, nonostante l’atmosfera ferragostana, Cristiano e Marco stanno provando le macchine sotto lo sguardo attento dell’ideatore Gianluca Iannone. “Un’idea di riconquista della comunicazione”, spiega Iannone che dirigente di Fiamma Tricolore, nonché leader degli ZetaZeroAlfa, “visto che l’informazione è totalmente manipolata da grandi centri di potere, da lobby finanziarie e bande mafiose”. Il problema delle frequenze, dei loro costi altissimi, e dell’impossibilità di affittarle se non si rientra in determinati circuiti, è stato superato da Iannone con un’altra trovata. Radio Bandiera Nera trasmetterà via web 24 h su 24, sul sito omonimo nel dominio punto org. “Certo non è la stessa cosa”, ammette, “ma tantissime persone lavorano davanti ad un computer tutto il giorno, e altrettante la sera e la notte lo usano. Come inizio puntiamo a raggiungere mille ascoltatori al giorno da qui a dicembre. Internet, inoltre, lascia ancora qualche spiraglio di libertà d’azione. E noi vogliamo entrarci rilanciando la nostra sfida”.

Politici nel mirino
Una quindicina di redazioni sparse in tutta Italia, da Roma a Milano, da Palermo a Reggio Calabria. E poi Cagliari, Latina, Piacenza, Lucca, Arezzo, Lecce, Siena, Bergamo, Mantova. Da qui verranno preparati programmi non soltanto musicali. Si parlerà di mutuo sociale, filosofia, libri. Ma anche rassegne stampa e notiziari. “Tutto nel più radicale dei modi”, assicura Iannone. Che aggiunge: “Oggi tutti dicono le stesse cose, ridono per le stesse battute, si vestono nello stesso modo. Mancano però delle risposte e delle idee scomode, che siano realmente contro. E noi”, assicura, “le daremo”. Del resto Iannone e i suoi non sono dei novellini. Fino all’anno scorso trasmettevano in Fm “I giorni della Fenice”, famoso per i blitz radiofonici. In pratica telefonavano al politico di turno e solo dopo la sua risposta gli comunicavano che era in diretta. Con evidente imbarazzo dell’intervistato. Val la pena ricordare il delegato del sindaco all’emergenza abitativa Nicola Galloro che, racconta sempre Iannone, “poco prima delle elezioni aveva convocato mille e mille persone in graduatoria in attesa di un alloggio popolare. Questa gente pensava di ricevere buone notizie riguardo la casa. Invece si è vista consegnare il materiale elettorale di Galloro”. Poi c’è stato lo sgombero in diretta di Casa Italia a Parioli nel palazzo di Ricucci. E in quell’occasione venne chiamato in causa il consigliere municipale di An, Luca Pompei, che, puntualizza Iannone, “era avvocato di Ricucci, nonché azionista della sua società”. Insomma. Tutto questo materiale, insieme agli mp3 delle conferenze che si sono svolte a Casa Pound, faranno parte dell’archivio della radio accessibile tramite il sito “Radiobandieranera.org”. Basta andare a dare un’occhiata.

Daje camon rock
Chi crede che ZetaZeroAlfa sia semplicemente il nome di una band musicale è fuoristrada. Il gruppo alfiere del “daje camon rock”, versione romana del rock identitario di destra nasce nel 1997. In quell’anno la città è invasa da adesivi rettangolari attaccati nei posti più impensati e visibili, recanti semplicemente il nome del gruppo sconosciuto. ZetaZeroAlfa, nome scelto per indicare la ciclità e le fasi successive di un eterno ritorno, diventa così punto di contatto e partenza. A riunirsi sotto quella sigla sono quattro ragazzi tra i 25 e i 32 anni che in un’estate romana tra le pareti di un pub a Colle Oppio decidono di dare un volto musicale ad una comunità meta-politica. Cominciano a circolare ipotesi su cosa fosse ZetaZeroAlfa, alimentate dagli stessi componenti: dalla marca di preservativi, ad una casa produttrice di pistole ad acqua, fino ad una fabbrica di pannelli solari.
Tutto ciò creava uno scompiglio mediatico e aumentava il legame tra quei militanti della destra romana che invece sapevano benissimo cosa nascondesse quella sigla, che ascoltavano i loro pezzi e partecipavano ai loro primi concerti, eventi al limite dello shock fisico nei quali il pensiero cantato dalla voce di Gianluca Iannone, in arte Sinevox, prende forma il “pogo”, ovvero un ballo in cui gli spettatori si scontrano ma sempre in grande amicizia. Proprio secondo Iannone gli ZetaZeroAlfa da sempre cantano il loro disturbo verso un mondo ipocrita che ha ormai instaurato la “dittatura del sorriso”, titolo del primo album della formazione che vede alla batteria Atom Takemura, Dr. Zimox alla chitarra anziana, Jhon Jhon Purghezio al basso e Joey Tucano alla chitarra giovane, ragazzi che non vivono di musica, ma a livello lavorativo sono occupati nei campi più disparati. La loro visione del mondo, dunque, l’hanno messa nera su bianco, con sfumature di rosso, colore dell’amore e della guerra. Ed infatti con orgoglio si rispecchiano nella definizione che qualcuno fece della loro “musica d’amore e guerra”. All’attivo per il gruppo romano ci sono quattro album, ultimo dei quali “La Ballata dello stoccafisso”, un live e varie collaborazioni con gruppi italiani ed europei. Più una tournee continentale che si è conclusa da poco, “Europena revolution tour”. Sul loro sito, ZetaZeroAlfa.org sono annunciate le date dei prossimi concerti, tra cui quella a Madrid nel prossimo ottobre per poi volare verso Rio de Janeiro e Mosca.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Radio bandiera Nera ZetaZeroAlfa Roma

permalink | inviato da simonespiga il 23/8/2007 alle 15:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

21 giugno 2007

Poster per il popolo karen

 

In soldarietà del popolo karen, unico popolo del sud-est asiatico che non traffica in droga e in bambini, attaccato costantemente dall’esercito birmano sotto il vergognoso silenzio delle nazioni unite e di tutti gli organi preposti.

Questo poster costa 10 euro.
Sarà devoluto a POPOLI organizzazione di volontariato internazionale che in quelle terre opera già da anni e dove ha edificato l’ospedale “Carlo Terracciano” attualmente esposto ai bombardamenti.

Per prenotazioni telefonate alla libreria non-conforme LA TESTA DI FERRO 06 4883573 dalle 10 alle 20.

Per saperne di più sul popolo karen e sull’operato di POPOLI visitate
www.comunitapopoli.org


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Popoli Karen Zetazeroalfa

permalink | inviato da simonespiga il 21/6/2007 alle 12:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
aprile        giugno