.
Annunci online

 
simonespiga 
militanza, comunità, volontariato, ambiente...
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Associazionismo - Volontariato - Notizie*****
Fare Verde
Fare Verde Cagliari
Unione Generale del Lavoro
Zeta Zero Alfa
NoReporter
Massimiliano Bonu
Fondazione Julius Evola
Alain De Benoist
Polaris
Novopress
Comunità Popoli
No al Calcio Moderno
I miei Amici Blogger *****
nonsolorossi
Michele Pisano Blog
Enzo Cumpostu
MaraLai
Ceciliaraba
Steppenwolf
Alessandro Serra Blog


LINK DELLA DESTRA SOCIALE
Gianni Alemanno
Destra Sociale
Roberta Angelilli
Area - la rivista
Area - Ass. Cult.
Fondazione Nuova Italia
Identitario
Sardegna Non Conforme
Settembre Nero
Terra di Mezzo - Crotone
Luigi Curci
Militanti Per la Vita
Le Cose da Dire
Frodo Baggins - Un Hobbit Controcorrente
Gianmario non conforme
Oronzo Cilli
Area Sabaudia
Antonio Pasquini
Luca Caremi
Destra Sociale Sabaudia
Carlo Fidanza
Francesco Sallustio Taranto
AltraDestra
Fedalmor
Gianmichele Nonne - Consigliere Comunale An Dorgali (NU)
  cerca

  


  ISCRIVETEVI ALLA
  Newsletter.it - Arretrati




















 

Diario | URLIAMOLO !!! | Appuntamenti | Con simpatia... | Quelli che il Blog... | Parcheggio Via Manzoni | Elezioni Sardegna 2005 | Abolire il 25 Aprile? | Solidarietà al Foro | Referendum 12/13 Giugno | Autodeterminazione dei popoli | Comitato per la scelta del Sindaco di Cagliari | Coordinamento Nazionale MUTUO SOCIALE | Strage di Bologna, vogliamo la verità! | Ascolta la nostra musica | Circoscrizione N°4 | Precariato ...ora basta! | Ultras...discutiamone | Giù le mani dalla Colonia Dux | TITTI LIBERO | Allarme sbarchi in Sardegna | Partito Unico, discutiamone... | No al termovalorizzatore di Ottana (NU) | No al signoraggio ! | Elezioni Politiche 2008 - 13 14 Aprile 2008 | No al Ponte sullo Stretto | Comunali ad Assemini - 15/16 Giugno 2008 | Sardegna - Elezioni Regionali 15/16 Febbraio 2009 | No al Nucleare! | Referendum Regione Sardegna - 5 Ottobre 2008 | Elezioni Europee 6/7 Giugno 2009 | No ai sequestri di persona | Elezioni Regionali 2010 | Elezioni Provinciali in Sardegna - 30/31 Maggio 2010 | Referendum Regionale contro il nucleare in Sardegna | Elezioni Comunali di Cagliari - 15/16 Maggio 2011 | Referendum contro il porcellum | Comitato Sardo Acque Sociali | No al Galsi | Referendum per la Sardegna - 6 Maggio 2012 | No Tav | Referendum per ridurre le indennità dei Parlamentari | Paola Musu Presidente del Consiglio - Elezioni Politiche 24 /25 Febbraio 2013 |
 
Diario
1visite.

14 febbraio 2012

Anfiteatro e la gestione, prosegue la polemica


In una nota questa mattina l'Associazione Ambientalista Fare Verde esprime la propria opinione in merito alla delibera di Giunta inerente lo smontaggio della legnaia dall'Anfiteatro Romano di Cagliari.
"Esprimiamo il nostro apprezzamento per la linea presa dal Comune di Cagliari,  auspichiamo tempi brevi per la fase di realizzazione degli interventi di recupero per ragionare insieme sulla sua salvaguardia e sulle future iniziative per sviluppare interventi di utilizzo sostenibile del monumento", afferma Simone Spiga, Coordinatore Provinciale di Fare Verde.
"Esprimiamo netta opposizione all'ipotesi del centro destra di coinvolgere i privati nel recupero e nella gestione, e su questo rispondo direttamente anche al patron di Sardegna Concerti, Massimo Palmas, che nei giorni scorsi si era espresso sostenendo la posizione del Pdl sulla gestione dei privati dell'Anfiteatro"..."Certo che Palmas è favorevole, il difensore delle sue tasche non può non essere d'accordo con quella posizione, perchè in tanti non dimentichiamo che per anni ha avuto la gestione dello splendido spazio senza alcuna gara d'appalto e senza fare alcun tipo di intervento annuale di ripristino delle strutture, ma ancora peggio, oggi è sotto processo, insieme a funzionari del Comune, per la gestione di quello spazio", denuncia Spiga.
"Più volte siamo stati in pochi a denunciare la gravità della situazione della gestione dell'Anfiteatro e oggi invitiamo il signor Palmas ad occuparsi del processo e non alla futura gestione dello spazio"..."l'invito che invece rivolgiamo al Comune di Cagliari è quello di aprire un tavolo insieme al mondo dell'ambientalismo per salvaguardare al meglio l'Anfiteatro e contemporaneamente trovare uno spazio adatto a Cagliari per aprire il grande circuito dei concerti internazionali e non favorire, come si è fatto negli ultimi 15 anni, solo Massimo Palmas e la sua struttura, senza dimenticare che con i soldi che ha preso in questi anni da Comune, Provincia e Regione, oggi avrebbe potuto persino comprare l'Anfiteatro", conclude Spiga.

22 giugno 2011

Ecco la Giunta Zedda per Cagliari

Massimo Zedda: Sindaco

Paola Piras: (Vicesindaco) Assessorato agli Affari Generali

Laureata a Cagliari in Giurisprudenza. Professore straordinario di diritto amministrativo (IUS 10) presso l'Università degli Studi di Cagliari dove insegna Diritto amministrativo e Diritto dell'ambiente nella Facoltà di Scienze Politiche di cui è Preside dal 1 Ottobre 2008.

Barbara Argiolas - Assessorato al Turismo e alle Attività Produttive

42 anni, laureata in Economia e commercio, master in Gestione e sviluppo dei Servizi turistici (UNI.TURIM e Università degli studi di Bologna, sede di Rimini), e un MA International Leisure & Tourism Studies Leeuwardeen (CHN University NETHERLAND) con la specializzazione in organizzazione di eventi. Libera professionista, imprenditrice.

Mauro Coni - Assessorato ai Trasporti

46 anni, ingegnere civile, docente universitario presso la Facoltà di Ingegneria di Cagliari, numerose conferenze e simposi in tutto il mondo, numerose le pubblicazioni, componente di comitati tecnico-scientifici nazionali e internazionali.

Paolo Frau: Assessorato all’Urbanistica

59 anni, diplomato al Liceo Classico, agente per 32 anni della Giulio Einaudi in Sardegna, componente per 10 anni della Commissione urbanistica al Comune di Cagliari.

Pierluigi Leo: Assessorato ai Servizi Tecnologici

64 anni, laurea in economia e commercio a Cagliari. Ha ricoperto nell'ambito dell'amministrazione regionale numerosi incarichi, da quello di coordinatore del settore degli affari legislativi del Servizio Legislativo e Legale della Presidenza a quello di Capo di Gabinetto della Presidenza della Regione.

Maria Luisa Marras: Assessorato ai Lavori Pubblici

59 anni, laurea in Lettere Classiche, già assessore ai servizi sociali di Carbonia e Selargius, dirigente regionale, direttore generale Beni culturali.

Susanna Orrù: Assessorato alle Politiche Sociali

38 anni, istituto Magistrale, da 10 anni lavora per Sviluppo Italia Sardegna, si occupa di start-up imprenditoriale e assistenza a neo-imprenditrici e neo-imprenditori dal business plan sino al consolidamento dell'impresa nel mercato di riferimento. Socia fondatrice della società Eutropia.

Gabor Pinna: Assessorato al Bilancio

52 anni, laurea in Giurisprudenza, specializzato in Diritto ed economia delle comunità europee. Dottorato di ricerca in Diritto comunitario. Dirigente Sfirs.

Enrica Puggioni: Assessorato alla Cultura, Pubblica Istruzione, Sport e Spettacolo

32 anni, laurea in Filosofia alla Ca'Foscari di Venezia, dottorato in Letteratura comparata, post-dottorato in Italianista a Stoccarda, grazie al programma Master and Back. Ultima occupazione all'European Patent Academy, Monaco di Baviera.

Luisa Sassu: Assessorato al Personale

51 armi, laurea in Giurisprudenza, proviene dalla Cgil di Cagliari. Funzionaria amministrativa della Questura.


8 aprile 2011

Lui debellerà la disoccupazione... ahahahahha

8 gennaio 2011

Truzzu e Sorgia se sono così convinti che le Circoscrizioni non servano a nulla, perchè non si dimettono?

In relazione alle dichiarazioni espresse dai Presidenti delleCircoscrizioni n°4, Alesssandro Sorgia e n°5 Paolo Truzzu ci si trova nellanecessità di rimarcare alcuni importanti concetti che sono alla base delrapporto tra Amministrazione Comunale e cittadini, anche perché lapartecipazione parte dal basso e le Circoscrizioni hanno queste funzioni.

“Leggendo questa mattina le pagine di uno dei quotidiani sardi misono imbattuto in una pagina dedicata alle Circoscrizioni di Cagliari e allaloro chiusura e leggendo alcune dichiarazioni dei Presidenti delleCircoscrizioni n°4 e 5 mi è sorto un dubbio, come mai cinque anni fa, quandosono stati imposti come candidati Presidenti di Circoscrizione non hanno dettoai cittadini che le Circoscrizioni non servivano a nulla e invece lo diconosolo ora, senza però motivare la loro totale assenza nella progettualitàpolitica del Comune di Cagliari?”, afferma polemicamente Simone Spiga, exConsigliere della Circoscrizione n°4 ed ex componente del CoordinamentoProvinciale del Pdl oggi aderente a Futuro e Libertà.

“L’incapacità politica è alla base del discorso di Sorgia eTruzzu, nessun progetto, nessuna proposta a medio e lungo termine per le zoneda loro amministrate, se non un po’ di “drogata” clientela basata sullepromesse e su poco altro”…”la verità è che le Circoscrizioni hanno sempre avutola funzione di essere da una parte la scuola politica per tanti giovanimilitanti di partito e dall’altra l’unico strumento per dare risposte aicittadini e per affrontare insieme le problematiche dei territori”, incalzaSpiga.

“Esempi ne abbiamo tanti, ma ne voglio ricordare solo alcuni, ilprimo è stata la grande mobilitazione dei cittadini in Via Manzoni, quandograzie alla sinergia tra alcuni Consiglieri di Circoscrizione e i cittadini siè ottenuta la modifica totale del progetto del parcheggio multipiano, ma anchel’apertura temporanea del parcheggio vicino al Mercato di San Benedetto nell’areaex Cao, infine per spostarci sulla Circoscrizione n°5 le grandi manifestazionidi pulizia delle spiagge promossa da Fare Verde e da altre AssociazioniAmbientaliste”…”ma se nei primi due casi Sorgia non ricorda i risultati dellacollaborazione tra Consiglieri circoscrizionali e cittadini perché sosteneva l’Amministrazionecontro i cittadini, per quanto riguarda la pulizia della spiaggia, Truzzu nonha mai contattato le Associazioni Ambientaliste per promuovere insieme azionidi recupero”, denuncia Spiga.

“Non voglio essere cattivo, ma credo che la negligenza di questiPresidenti non possa e non debba ricadere su tutti i cittadini delle zoneamministrate da loro, pertanto se vogliono fare qualcosa di sensato, al postodi chiedere la chiusura delle Circoscrizioni, dovrebbero immediatamenterassegnare le dimissioni e lasciare spazio a chi, anche senza gettone dipresenza, voglia dare un contributo fattivo alla soluzione dei problemi deicittadini”, conclude Simone Spiga.

24 novembre 2010

Ada Lai si candida alle primarie del Centro Destra? allora si autosospenda dagli incarichi al Comune

In vista delle prossime elezioni comunali numerose sono le candidature più o meno esplicitate, una di queste sembra essere quella di Ada Lai, dirigente comunale con alcune vicende giudiziarie in corso.

Nella giornata di ieri, alcune Associazioni, sponsorizzate in questi anni dal Comune di Cagliari, si sono costituite in Comitato per chiedere la candidatura di Ada Lai alle primarie per il Centro Destra.

"Partiamo dal fatto che se la Dott.ssa Lai intende, ed è evidente da mesi, candidarsi come Sindaco di Cagliari, dovrebbe immediatamente autosospendersi dagli incarichi dirigenziali nel Comune di Cagliari e magari finire il tour del presenzialismo che l'ha contraddistinta in questi ultimi mesi, ogni occasione è buona per far intervenire la dirigente del Comune a titoli vari", afferma Simone Spiga, ex Consigliere della Circoscrizione n°4 e ex Dirigente Provinciale del Pdl, dimissionario e neo aderente a Futuro e Libertà.

"Vedendo l'elenco delle Associazioni che hanno aderito al Comitato, spuntano nomi interessanti, Associazioni che ottengono annualmente contributi dal Comune di Cagliari e questo mi sembra un fatto molto grave"..."Dietro la maschera della spontaneità del Comitato si nascondono Associazioni che con Ada Lai sono presenti e attive nel tour del presenzialismo, con fiumi di soldi donati per organizzare piccoli e medi eventi", incalza Spiga.

"la cosa che fa più ridere e vedere tra le Associazioni anche A.Cagliari che vede proprio in Ada Lai la Coordinatrice del Movimento che, tra le altre cose, ha la sede in uno spazio sulla cui proprietà non c'è mai stata chiarezza", denuncia Spiga.

"La stessa sede del Movimento A.Cagliari è la sede del Circolo Culturale Ghigo Solinas, stramente aderente a questo fantomatico Comitato"..." a questo punto è giusto che la Dott.ssa Ada Lai esca ufficialmente allo scoperto e che si autosospenda da Dirigente del Comune e si cimenti nella polis senza favoritismi dovuti al suo doppio ruolo che eticamente trovo disdicevole", conclude Spiga.

12 aprile 2010

Il Comitato "Parco della Musica" scrive al Comune di Cagliari

 

COMITATO “PARCO DELLA MUSICA”

                                        Alla c.a. del Sindaco di Cagliari

Emilio Floris

Vice Sindaco
Assessore alla Viabilità e Traffico

Maurizio Onorato

Con la presente, il Comitato in previsione dell’”imminente” apertura del Parco della Musica, chiede un incontro urgente con le SS VV per rendere edotta la cittadinanza sulla futura gestione dei parcheggi interrati.

In particolare si chiedono delucidazioni sull’ipotesi di utilizzo dei pass B – H da parte dei residenti nell’area suddetta.

In attesa di una cortese risposta, Vi porgiamo distinti saluti

I Rappresentati del Comitato

Donatella Costa
Simone Spiga
Sergio Mascia

Cagliari, 12 Aprile 2010

9 aprile 2010

Il Comune di Cagliari distribuisce le buste dell'umido, ma Fare Verde chiede il compostaggio domestico

E' partita nei giorni scorsi la campagna promossa dal Comune di Cagliari sull distribuzione, per le utenze domestiche, dei sacchetti dell’umido organico. Infatti la distribuzione avverrà a partire da Martedì 13 Aprile fino al 31 Maggio presso le sedi della Circoscrizione di Cagliari.
"La distribuzione gratuita delle buste biodegradabili per l’umido organico è il proseguimento coerente del'Amministrazione Comunale a vantaggio dei cittadini, ma vogliamo segnalare che Fare Verde in più occasioni ha presentato all'Assessore Giagoni alcune proposte molto concrete per ridurre i costi della raccolta differenziata per il Comune e una riduzione della Tarsu per i cittadini di Cagliari", afferma Simone Spiga, Responsabile Provinciale di Fare Verde.
"Infatti in diverse zone della città, come ad esempio Pirri, Quartiere Europeo, Genneruxi, Cep, Quartiere del Sole, ma anche San Giuliano, potrebbero essere distribuita gratuitamente una compostiera"..."infatti per produrre compost a livello familiare, non servono macchinari sofisticati o costosi, né competenze specialistiche, basta un po’ di buona volontà e la voglia di consegnare ai nostri figli un mondo meno sprecone", conclude Simone Spiga.

 

4 dicembre 2009

Spiga (Pdl):Aperto nei giorni scorsi il giardino di Via Manzoni

Nei giorni scorsi è stato aperto il giardino di Via Manzoni nella zona di San Benedetto a Cagliari, molti ricorderanno le vicende collegate al parcheggio e al giardino di Via Manzoni che ha visto contrapposti i cittadini all’Amministrazione Comunale.
“Ringraziamo il Comune di Cagliari per aver aperto il giardino di Via Manzoni, che ci ha visti per quasi un anno in netta contrapposizione con il Comune per via della dimensione del parcheggio multipiano che sarebbe dovuto essere costruito in altezza e che dopo mesi di occupazione dell’area da parte dei residenti e dopo una tragica giornata di scontri con la polizia, l’Amministrazione ha dato retta ai residenti, modificando il progetto”, afferma Simone Spiga, componente del Coordinamento Provinciale del Pdl di Cagliari ed ex Consigliere della Circoscrizione n°4.
“Dopo aver raccolto firme sia per l’apertura del giardino che per quanto riguarda l’intitolazione della Piazza ora chiediamo all’Amministrazione alcune modifiche legate agli orari di apertura e chiusura del giardino”…”infatti in queste settimana i dipendenti del Comune di Cagliari hanno aperto il giardino alle 7.00 del mattino chiudendolo alle 16,30 che troviamo un orario troppo corto per far usufruire dell’area, infatti chiediamo che si posticipi la chiusura almeno fino alle 21,30”, prosegue la nota di Spiga.
“Per concludere non posso dimenticare che da più parti, si chiede che questo giardino venga intitolato a Giorgio Almirante, leader politico e uno di quei politici come Berlinguer e Moro che gli italiani non dimenticano per le sue capacità oratorie, ci auspichiamo che il Comune di Cagliari, valuti con attenzione questa richiesta che è il volere di tanti cittadini cagliaritani”, conclude Simone Spiga.

3 ottobre 2009

Ringraziamenti per gli elettori della Circoscrizione n°4

19 settembre 2009

Nuovi allagamenti a Pirri e la colpa è del Comune di Cagliari

Un violento temporale si è abbattuto questo pomeriggio su Cagliari e su diversi centri dell'hinterland, provocando allagamenti in varie zone della città, alcuni lampi hanno colpito le abitazioni di Pirri e gli abitanti della frazione hanno subito pensato al disastro dello scorso Ottobre. Per questo Fare Verde ha inteso evidenziare la grave situazione che non vede conclusione e che rischia con l'arrivo delle piogge di aggravarsi.

"I lavori non risolvono i problemi della parte bassa di Pirri, la più colpita dalle piogge dello scorso autunno, infatti l'unico intervento che si sta facendo riguarda l'ingrandimento delle caditoie e delle griglie che però non risolve il problema di fondo che è la dimensione ridotta delle tubazioni ", afferma Simone Spiga, Presidente Provinciale di Fare Verde.

"La pioggia di oggi ha evidenziato i ridardi negli interventi da parte del Comune di Cagliari e ancora di più l'inefficienza degli stessi, per questo preannunciamo azioni di protesta per chiedere al Comune interventi seri e consistenti che ancora oggi non si sono visti", conclude Simone Spiga.

4 settembre 2009

Nuova discarica abusiva nel centro di Cagliari



"Sono settimane che i principali quotidiani sardi parlano della negligenza dell'Amministrazione Comunale di Cagliari in relazione alle discariche abusive e sempre nuove si trovano passeggiando nel centro cittadino", afferma Simone Spiga, Responsabile Provinciale di Fare Verde.
"L'ultima che abbiamo trovato e immediatamente segnalato al NOE dei Carabinieri si trova nello sterrato dietro la Via Castiglione a Cagliari, un immondezzaio abbandonato, con gomme di auto, plastica, vetro e tanto altro", prosegue Spiga.
"Un degrado che non può essere tollerato e per questo Fare Verde ha promosso sin da oggi un servizio di tutela ambientale andando a ispezionare tutto il territorio cittadino e non solo ache per verificare le situazioni di maggiore degrado ambientale", conclude Simone Spiga

19 giugno 2009

Spiga: la gestione dell’Anfiteatro di Cagliari, chiediamo chiarimenti

Era lo scorso Febbraio quando, su indiscrezioni che provenivano dalla Procura della Repubblica e ampiamente riportate dalla stampa regioanle, siamo venuti a conoscenza di un inchiesta in atto relativa alla gestione di fondi pubblici e indebiti contributi per attrezzature per lo spazio dell’Anfiteatro Romano di Cagliari da parte della Società di Massimo Palmas, Sardegna Concerti e anche “patron” e Direttore Artistico di Jazz in Sardegna, figura che sembrerebbe coprire un intricato scacchiere di società e di interessi trasversali.
Proprio in questi giorni il Comune di Cagliari ha concesso la gestione tecnica dell’Anfiteatro Romano, senza alcun bando e per il sesto anno consecutivo, alla Società Cooperativa Sardegna Jazz con sede in Via Sulis 41 a Cagliari, la cui Presidenza e Direzione Artistica è ricoperta dalla famiglia Palmas.
“Considerato che la gestione dello spazio è di competenza del Comune di Cagliari e visto che è in atto un inchiesta della Procura sugli stessi operatori che anche quest’anno hanno avuto in gestione lo spazio, mi chiedo che tipo di trasparenza viene utilizzata dagli uffici comunali quando si parla di cifre molto importanti per i bilanci comunali”, afferma Simone Spiga, Consigliere della Circoscrizione n°4, eletto con Alleanza Nazionale e Dirigente Nazionale di Azione Giovani.
“Il sequestro dei documenti è di ormai due anni fa, l’inchiesta è in atto e gli indagati sono Massimo Palmas, la moglie Gabriella e il fratello Michele, i reati ipotizzati sono truffa per ottenere contributi e indebita percezione di fondi pubblici”…”a questo punto è opportuno che si chiarisca in tempi brevi questa strana interpretazione della trasparenza e del garantismo, dato che uno degli oggetti in discussione riguarda proprio l’utilizzo di materiale e attrezzature acquistato dal Comune di Cagliari tramite un POR di circa 450.000 euro.
“Sarebbe pertanto opportuno un intervento approfondito del Consiglio Comunale e della sua Commissione competente al fine di garantire trasparenza sull’utilizzo dei fondi e sulla gestione degli spazi di competenza del Comune di Cagliari, non in ultimo, visto che il signor Palmas è gia stato condannato definitivamente, con sentenza del 2002, per truffa, falso in bilancio e false fatturazioni”, conclude Simone Spiga.

9 maggio 2009

Spiga (Circoscrizione n°4): ci risiamo, nuovamente feste al Teatro Lirico e disagi per i cittadini e per i commercianti

“L’altro ieri di buon ora gli operai del Comune di Cagliari si sono presentatati nell’area antistante il Teatro Comunale di Via S. Alenixedda e hanno posizionato i cartelli con il divieto di sosta con rimozione forzata, a partire da Venerdì 8 maggio dalle ore 22.00, fino a Sabato 09 Maggio alle ore 15.00”, afferma Simone Spiga, Consigliere della Circoscrizione n°4.
“Questa mattina intorno alle sette del mattino è iniziato il via vai dei carroattrezzi per portare via le auto dall’intera zona intorno al Teatro e per tutta la mattina è stato il delirio, traffico impazzito nella Via Cocco Ortu, Via Lai, Via Costa e traffico totalmente congestionato in Via S. Alenixedda”…”Ci sembra assurdo che in piena crisi di parcheggi per via dei lavori del Parco della Musica sia continuino a fare feste che provocano disagi maggiori rispetto a quelli che gia ci sono giornalmente”, prosegue la nota di Spiga
“Sono ormai tre anni che chiediamo di spostare le troppe festicciole che si fanno al Teatro in altro luogo idoneo e questa mattina insieme ad alcuni residenti abbiamo promosso un volantinaggio per sensibilizzare le autorità a rispettare maggiormente i cittadini e i commercianti”…”quello che da diverso tempo chiediamo è solo di non svolgere attività diverse dalla normale programmazione al teatro, ma in altro luogo finché non verrà aperto il Parco della Musica con i suoi oltre 800 parcheggi”, incalza Simone Spiga
“Per concludere ci aspettiamo più sensibilità e rispetto da parte delle Autorità competenti e se lo aspettano migliaia di cittadini che gravitano in questa zona”, conclude Simone Spiga.

8 maggio 2009

Il nuovo gruppo Pdl tiene ancora aperto il risiko della Giunta

Tratto da L'Unione Sarda di oggi - 8 Maggio 2009

Il calendario è stato ormai tracciato dal sindaco Emilio Floris: prima di pensare al rimpasto nella squadra di governo si dovrà giocoforza chiudere la questione della formazione del gruppo unico del Pdl.
Uno snodo cruciale, che sta mettendo in agitazione tutta l'assemblea civica. Perché gli equilibri che hanno fin qui regolato la presenza in Giunta dei vari gruppi potrebbero essere sconvolti da una ridefinizione delle appartenenze.
CONSULTAZIONI Mercoledì sera Floris, anche in veste di coordinatore cittadino del Pdl ha incontrato il gruppo di Forza Italia e contattato i due consiglieri che fanno riferimento ad An, ottenendo il via libera all'unificazione. «Da qui si deve partire», è l'unica frase che il sindaco si è fatto scappare ieri.
Nessuna conferma da parte sua, infatti, all'indiscrezione riguardo a una precisa richiesta che sarebbe arrivata dai gruppi riguardo a un coinvolgimento delle liste “Lavoro e quartieri” (un consigliere e un assessore) e Centro Giovani (idem). A questo proposito l'assessore al Personale Giuseppe Farris, espressione di “Lavoro e quartieri”, aveva precisato che «nessuna richiesta in tal senso è mai arrivata né dal sindaco Emilio Floris né dai nostri alleati che stanno confluendo nel Pdl.
Noi facciamo riferimento ai Circoli della libertà, il cui coordinamento nazionale ha lasciato facoltà di scelta alle realtà locali». Situazione che sarebbe “in progress” nelle ultime ore: l'accelerazione dell'assegnazione del ministero del Turismo a Michela Vittoria Brambilla (leader nazionale dei Circoli) potrebbe aver accelerato il processo di confluenza nel Pdl.
E dunque anche Farris e Claudio Tumatis, unico consigliere di “Lavoro e quartieri” potrebbero essere chiamati a fare una scelta conseguente, anche se dopo un confronto a livello locale.
GLI ALTRI Ma anche gli altri non stanno a guardare: è escluso che l'Uds (un consigliere e un assessore) confluisca a sua volta nel Pdl ed è anzi probabile che possa diventare un polo di attrazione per qualche altro consigliere in libera uscita.
Visto che, ad esempio, non è per niente chiara la futura collocazione di Paolo Casu (misto) ed Enrico Piras (ex Udc e Margherita).
IL CASO NOLI I consiglieri della circoscrizione 4 hanno formalmente chiesto le dimissioni al Decentramento Daniela Noli, sotto accusa per le sue dichiarazioni sulle capacità dei parlamentini di gestire e fondi e poteri. L'allontanamento dell'assessore, che ha anche la delega alle Politiche giovanili, era stato chiesto anche dal leader cittadino di Centro giovani Carlo Sanjust (che aveva a suo tempo indicato la Noli), che è consigliere regionale del Pdl. ( a. mur. )

7 maggio 2009

La Noli si deve dimettere

29 aprile 2009

Lettera aperta all’Assessore al Decentramento del Comune di Cagliari


Caro Assessore,

leggendo questa mattina le pagine de Il Giornale di Sardegna mi sono subito soffermato sulle sue dichiarazioni in merito alle Circoscrizioni del Comune di Cagliari.

Sulle polemiche degli ultimi anni sulle deleghe alle Circoscrizioni e sui gettoni di presenza per i Consigli e per le Commissioni non ho mai voluto mettere becco, credo che fare politica sia un opera di altruismo e troppo spesso i costi sono più elevati dei ricavi.

Ma oggi Lei attacca con troppa semplicità e qualunquismo gli organi della Circoscrizione affermando che molte delle riunioni vanno deserte o vengono chiuse dopo pochi minuti.

Fatto, in parte vero e denunciato da me in diverse occasioni, ma che ha, chiare responsabilità politiche da parte sia dei Presidenti delle Circoscrizioni che da parte sua, caro Assessore.

Il Regolamento sul Decentramento prevede che sia competenza dei Presidenti delle Circoscrizioni verificare lo svolgimento delle riunioni e pochissime volte mi è capitato di vedere questa parte del Regolamento applicata alla lettera, ma anche è una responsabilità sua e del suo Assessorato, in quanto senza deleghe e competenze chiare, nessuno è stimolato a lavorare con convinzione, per primi i Presidenti degli organi di quartiere.

Voglio essere chiaro, quello che dice sulle assenze nelle Circoscrizioni è un problema reale, quanto lo è nel Consiglio Comunale di cui mai si parla, troppe sono anche li le Commissioni che vanno deserte o che si riuniscono per pochi minuti.

Quindi? Togliamo le deleghe al Consiglio Comunale?

Per non parlare del Giunta Comunale, non mi sembra Assessore, che siate sempre presenti tutti e non mi risulta che le riunioni durino ore e ore….

E’ facile sparare nel mucchio ed è ancora più semplice prendersela con i pesci più piccoli, ma oggi è necessario, dopo queste sue affermazioni una spinta d’orgoglio, Assessore Noli deve fare ora quel passo in più, chieda lo scioglimento delle Circoscrizioni, che tanto come dice lei non servono a nulla, poi incontri i cittadini e senta cosa le dicono e subito dopo si dimetta dall’Assessorato al Decentramento che tanto serve quanto le Circoscrizioni che dovrebbe coordinare.

La mia non è una provocazione, quella la lascio a lei, io voglio solo dare la voce ai tanti cittadini che vengono nelle Circoscrizioni per porci i problemi che voi non siete capaci di risolvere o che magari risolvete dopo troppi mesi, grazie alle innumerevoli segnalazioni da parte dei Consiglieri delle Circoscrizioni.

La ringrazio per il tempo che dedicherà a questa mia lettera, ma stia tranquilla, la politica dal basso proseguirà anche senza le Circoscrizioni, avrete sempre tanti cittadini che vi diranno quello che non va e molti Consiglieri Circoscrizionali saranno in prima linea con loro.

Simone Spiga
Consigliere della Circoscrizione n°4
Capogruppo uscente di Alleanza Nazionale

21 luglio 2008

«Il Dalai Lama cittadino onorario» - Tratto da L'Unione Sarda

 Conferire al Dalai Lama la cittadinanza onoraria di Cagliari: è la singolare richiesta avanzata all'amministrazione comunale da nove consiglieri della Circoscrizione numero 4. La proposta è stata presentata nel corso dell'ultima seduta del Consiglio, sotto forma di mozione, ed è stata sottoscritta sia da esponenti della maggioranza che dell'opposizione. Lo scopo dell'iniziativa? «Esprimere solidarietà al popolo tibetano - si legge nel documento firmato da Alessandro Pintauro (Fi), Simone Spiga e Paolo Midiri (An), Giovanni Demontis, Sergio Mascia, Gabriele Murgia, Basilio Gioi (Ulivo), Giustina Cogodi (Prc), Giuseppe Andreozzi (Psd'az)- «e dare un riconoscimento concreto alle battaglie di civiltà condotte dal Dalai Lama per diffondere il principio della riaffermazione dei diritti umani e trovare una soluzione pacifica per il suo Tibet».
L'iniziativa s'inserisce nell'ambito della mobilitazione - sia a livello locale che soprattutto nazionale e internazionale - di decine di associazioni e movimenti contrari alle Olimpiadi di Pechino, che una parte della comunità internazionale vorrebbe boicottare.

5 luglio 2008

In rete la petizione per la riduzione degli imballaggi a Cagliari


 LEGGI LA PETIZIONE E FIRMALA!!!

4 luglio 2008

Cagliari: documento presentato dal Gruppo di An sulla raccolta differenziata

Da ormai troppi mesi si sente parlare di raccolta differenziata anche a Cagliari e le Assemblee di queste settimane nelle Circoscrizioni Cittadine speriamo sia realmente la base di partenza per lanciare una nuova politica dei rifiuti anche a Cagliari.

Tutti siamo ormai convinti che la necessità di riciclare, riutilizzare e ridurre i rifiuti sia la soluzione UNICA per migliorare la nostra città e la nostra salute.

I tre verbi utilizzati, (riciclare, riutilizzare e ridurre), sono la soluzione quasi totale del problema rifiuti in Italia, ma ancora oggi due dei tre verbi non ha avuto reale concretizzazione da parte delle Amministrazioni Comunali, Provinciali e Regionali.

I dati sul riciclo dei rifiuti evidenziano un Nord Italia sostanzialmente con una media di rifiuti riciclati che supera il 60%, mentre nel Sud Italia sono pochissimi i casi di percentuali che superano il 20%.

Anche la Sardegna si trova nella stessa situazione, ma con ottimi esempi di cittadine come Pula, Ussana, Arborea e diverse altre dove la media dei rifiuti riciclati supera abbondantemente il 65%. I dati di Cagliari sono approssimativi, ma di certo ad oggi non si supera il 15% dei rifiuti riciclati, ma sicuramente possiamo affermare, senza smentita, che sia il riuso che la riduzione dei rifiuti non sono tra le priorità di questa Amministrazione come di troppe altre.

Oltre il 40% dei rifiuti che giornalmente noi cittadini buttiamo sono imballaggi, di varia forma e dimensione, tutti oggetti superflui, ma indispensabili per un modello economico basato sul consumo. Oggi la sfida che ci troviamo ad affrontare deve essere quella della riduzione dei rifiuti, partendo proprio dagli imballaggi.

Perché comprare le merendine e trovarsi a dover scartare tre involucri e non uno? Perché dover comprare ogni litro di latte dentro un contenitore? Perché dover acquistare i detersivi in boccioni di plastica? Ancora, perché non poter comprare caffé, legumi, riso, cereali e tanti altri prodotti sfusi e non dentro il cellophane?

Tutte domande sulle quali le Amministrazioni, spesso, non sono in grado di dare risposte, ma le risposte ci sono e sarebbe anche molto semplici da applicare.

Alcuni Comuni italiani come, Acqui Terme, Avigliano, Casale Monferrato, Collegno, Rivoli, Parma ma anche Amministrazioni Provinciali come Brescia e Piacenza e Amministrazioni Regionali come il Piemonte e il Lazio hanno adottato convenzioni con la grande distribuzione per ridurre alla fonte una buona parte degli imballaggi. Aumentano giorno per giorno, le realtà che decidono di mettersi in rete e promuovere la riduzione degli imballaggi e nascono associazioni, organizzazioni che fanno azione di promozione e sviluppo di questo nuovo modo di comprare, garantendo in tempi brevissimi riduzioni del costo delle merci e una riduzione dei costi per i Comuni nello smaltimento di questi ingombranti imballaggi.

Quello che oggi chiediamo è che anche il Comune di Cagliari adotti modalità di sviluppo sostenibile e eco-compatibile, così ne gioveremo tutti, soprattutto i nostri figli.

Relazione prodotta dall’Associazione Ambientalista Fare Verde

Promossa il collaborazione con il Consigliere della Circoscrizione n°4 Simone Spiga e con il Gruppo di Alleanza Nazionale

Per informazioni:

www.fareverdecagliari.tk

www.simonespiga.tk

www.an-circoscrizione4.tk

sfoglia
gennaio        marzo