.
Annunci online

 
simonespiga 
militanza, comunità, volontariato, ambiente...
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Associazionismo - Volontariato - Notizie*****
Fare Verde
Fare Verde Cagliari
Unione Generale del Lavoro
Zeta Zero Alfa
NoReporter
Massimiliano Bonu
Fondazione Julius Evola
Alain De Benoist
Polaris
Novopress
Comunità Popoli
No al Calcio Moderno
I miei Amici Blogger *****
nonsolorossi
Michele Pisano Blog
Enzo Cumpostu
MaraLai
Ceciliaraba
Steppenwolf
Alessandro Serra Blog


LINK DELLA DESTRA SOCIALE
Gianni Alemanno
Destra Sociale
Roberta Angelilli
Area - la rivista
Area - Ass. Cult.
Fondazione Nuova Italia
Identitario
Sardegna Non Conforme
Settembre Nero
Terra di Mezzo - Crotone
Luigi Curci
Militanti Per la Vita
Le Cose da Dire
Frodo Baggins - Un Hobbit Controcorrente
Gianmario non conforme
Oronzo Cilli
Area Sabaudia
Antonio Pasquini
Luca Caremi
Destra Sociale Sabaudia
Carlo Fidanza
Francesco Sallustio Taranto
AltraDestra
Fedalmor
Gianmichele Nonne - Consigliere Comunale An Dorgali (NU)
  cerca

  


  ISCRIVETEVI ALLA
  Newsletter.it - Arretrati




















 

Diario | URLIAMOLO !!! | Appuntamenti | Con simpatia... | Quelli che il Blog... | Parcheggio Via Manzoni | Elezioni Sardegna 2005 | Abolire il 25 Aprile? | Solidarietà al Foro | Referendum 12/13 Giugno | Autodeterminazione dei popoli | Comitato per la scelta del Sindaco di Cagliari | Coordinamento Nazionale MUTUO SOCIALE | Strage di Bologna, vogliamo la verità! | Ascolta la nostra musica | Circoscrizione N°4 | Precariato ...ora basta! | Ultras...discutiamone | Giù le mani dalla Colonia Dux | TITTI LIBERO | Allarme sbarchi in Sardegna | Partito Unico, discutiamone... | No al termovalorizzatore di Ottana (NU) | No al signoraggio ! | Elezioni Politiche 2008 - 13 14 Aprile 2008 | No al Ponte sullo Stretto | Comunali ad Assemini - 15/16 Giugno 2008 | Sardegna - Elezioni Regionali 15/16 Febbraio 2009 | No al Nucleare! | Referendum Regione Sardegna - 5 Ottobre 2008 | Elezioni Europee 6/7 Giugno 2009 | No ai sequestri di persona | Elezioni Regionali 2010 | Elezioni Provinciali in Sardegna - 30/31 Maggio 2010 | Referendum Regionale contro il nucleare in Sardegna | Elezioni Comunali di Cagliari - 15/16 Maggio 2011 | Referendum contro il porcellum | Comitato Sardo Acque Sociali | No al Galsi | Referendum per la Sardegna - 6 Maggio 2012 | No Tav | Referendum per ridurre le indennità dei Parlamentari | Paola Musu Presidente del Consiglio - Elezioni Politiche 24 /25 Febbraio 2013 |
 
Elezioni Europee 6/7 Giugno 2009
1visite.

7 giugno 2009

Elezioni Europee: affluenza in calo, alle 12 ha votato il 30,68%

ROMA - Elezioni Europee, affluenza in calo. Fino alle 12 di oggi ha votato il 30,68% degli aventi diritto contro il 34,08 % della precedente tornata elettorale. I dati sono forniti dal Ministero dell'Interno e si riferisce a 8.100 comuni su 8.100. (Agr)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. elezioni europee italia affluenza

permalink | inviato da simonespiga il 7/6/2009 alle 14:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

7 giugno 2009

Anche tu dai la tua preferenza a Nino Strano


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. nino strano elezioni europee

permalink | inviato da simonespiga il 7/6/2009 alle 0:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

6 giugno 2009

Europee urne chiuse e affluenza al 15%

Alle 22 si sono chiusi i seggi per la prima giornata di voto delle elezioni Europee e Amministrative. Domani seconda e ultima giornata di voto: le sezioni elettorali apriranno alle 7 e chiuderanno definitivamente alle 22. In base ai primi dati arrivati al Viminale, l'affluenza alle urne rilevata alle 22, dovrebbe attestarsi intorno al 14-15%, in calo da uno a tre punti rispetto alle Europee del 2004

Domani si torna alle urne per eleggere i 72 componenti del Parlamento europeo spettanti all'Italia, i presidenti e i consigli di 62 province, e i sindaci e i consigli di 4.281 comuni (di cui 30 capoluoghi di provincia). Per le elezioni europee sono chiamati al voto oltre 49 milioni di elettori, mentre le elezioni amministrative interessano quasi 33 milioni e mezzo di elettori. Si potrà votare dalle 7 alle 22 di domani.

6 giugno 2009

Alle 15 si aprono i seggi in Italia

 MILANO - Gli ultimi appelli. Nelle ore finali della campagna elettorale in vista delle elezioni europee ed amministrative (le urne aprono sabato alle 15) i leader politici di ogni schieramento hanno cercato di convincere gli indecisi. Quelli che non sanno ancora per chi votare e quelli che non sanno nemmeno se a votare ci andranno oppure no. Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, è sicuro della vittoria: «I sondaggi danno il Pdl al 45% - ha assicurato il premier in una intervista al Tg5. - Così saremmo il gruppo più importante all'interno del Ppe, che sarà il partito di maggioranza relativa nell'Europarlamento». L'obiettivo di Berlusconi è quello di diminuire «le direttive Ue che hanno causato difficoltà agli imprenditori», creando vincoli «ai cittadini italiani che sono inaccettabili». Al Tg1 il premier ha ripercorso invece l'attività di governo: «Nessun rammarico, ma soddisfazione e orgoglio per il tanto lavoro fatto».

IL PD - Dal canto suo, il leader del Pd, Dario Franceschini, si è rivolto agli italiani «tentati dall'astensionismo». «Li capiamo - afferma - ma a loro diciamo: non è il momento della fuga, chi non va a votare, vota per la destra e per Berlusconi». «A loro chiediamo di darci una mano a sostenere il progetto del Pd di cambiare il Paese - prosegue Franceschini. - Per cambiare il Paese ci vuole la forza e quindi a loro chiediamo la forza per proseguire l'azione di cambiamento del paese».

LEGA - Tra i partiti che si attendono un pieno di voti c'è la Lega. «Caro Silvio - dice il ministro Roberto Calderoli - il derby al Nord lo vinciamo 2-1. Questa è la domanda che si stanno facendo tutti: prende più voti la Lega o Berlusconi? Il Pd è fuori dalla corsa. Se non bastasse la mancanza di idee, progetti e contenuti - prosegue Calderoli - è più che sufficiente vedere il circo che hanno messo in piedi per cercare di danneggiare Berlusconi e il governo con storie ridicole e con l'appoggio maldestro di parte della stampa italiana ed europea».

IDV - A far concorrenza al Pd ci sono soprattutto gli altri partiti di opposizione, a cominciare dall'Italia dei valori. Antonio Di Pietro evita di incalzare esplicitamente i democratici e rivolge un appello contro l’astensione: «Chi non va a votare - dice l'ex pm a Napoli - è come un naufrago che, in mezzo al mare, rinuncia a nuotare». «L'Italia dei Valori chiede il voto ai cittadini - afferma Di Pietro - per la qualità dei nostri candidati e per la qualità del nostro programma che mette al primo posto la difesa dei cittadini e combatte il malaffare».

UDC - Ancora più diretto Pier Ferdinando Casini: «Il Pd è in evidente stato confusionale, non ho capito ancora se esiste o meno, ma un partito che dichiara che Berlusconi è un grande pericolo e poi annuncia che voterà sì al referendum sulla legge elettorale che rafforzerà Berlusconi, ha bisogno di una cura molto seria di autoanalisi». Casini ha attaccato anche il Pdl, osservando che «questa campagna elettorale costruita sulle questioni che riguardano Berlusconi è stata un'umiliazione, mentre il mondo va avanti e l’Europa ha nuovi problemi noi parliamo delle foto a Villa Certosa».

SINISTRA E LIBERTÀ - Per molte liste c'è da superare lo scoglio del 4%. «È alla nostra portata - assicura il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, leader di Sinistra e Libertà - anche perché siamo noi la vera novità nel panorama politico italiano». «Il Paese è allo stremo - continua Vendola - e Berlusconi in queste ultime ore di campagna elettorale sta cercando di mettere sotto silenzio i tanti mali che affliggono il nostro Paese: primi fra tutti la povertà e la disoccupazione. Per superare la crisi c'è bisogno di una vera e propria terapia d'urto, combattere la povertà e la disuguaglianza, superare la frammentazione del lavoro, combattere veramente il precariato e bloccare i licenziamenti per poter attuare una riconversione produttiva».

LISTA COMUNISTA - Diversa l'opinione di Paolo Ferrero, Oliviero Diliberto e Cesare Salvi che hanno chiuso a Roma la campagna elettorale della lista nata dall'unione di Prc, Pdci, Socialismo 2000 e Consumatori uniti: «La lista comunista è l'unica vera alternativa al centrodestra e alle politiche liberiste, Pd e Idv sono "inutili" perché non fanno una vera opposizione». Ha detto Ferrero: «Il voto alla nostra lista è il vero voto utile, perché sono le politiche liberiste che ci hanno portato a questa crisi traumatica. Le sinistre moderate attaccano Berlusconi, lo contrastano sul piano istituzionale ma non propongono una alternativa economica e sociale, che cambi le condizioni di vita e di lavoro di milioni di persone. In Europa Pd e Idv governano con Berlusconi sulla base di politiche liberiste folli che stanno mettendo i lavoratori l`uno contro l'altro; Di Pietro vota e Franceschini si astiene sul federalismo fiscale; nessuno protesta per i miliardi stanziati per caccia bombardieri e per salvare le banche private».

I RADICALI - Marco Pannella ed Emma Bonino hanno scelto la sede di Torre Argentina per chiudere la campagna elettorale, una «lunga cavalcata» per cercare di superare la soglia del quattro per cento «nonostante la disinformazione» della stampa e delle tv. «Sentirete la nostra voce fino all'ultimo minuto utile - hanno detto - fino alle 22 di domenica sera attraverso il nostro sito internet e Radio radicale» (per gli organi di partito non è previsto infatti il silenzio stampa). E a modo loro lanciano un appello 'al voto utile'. «È nelle vostre mani - ha detto la Bonino - decidere se mandare una sentinella laica e federalista in Europa o delegazioni senza questa specificità. Buon voto a tutti e pensateci bene, non buttate via la vostra preferenza. Il Pd e il Pdl di deputati ne avranno comunque, per noi invece ogni voto è utile».

LA DESTRA - Francesco Storace, segretario nazionale de La Destra, si è detto dispiaciuto per la fine della campagna elettorale. «Ho incontrato entusiasmo che non vedevo da tempo - dice - Mi aspetto un grande risultato». «Le nostre manifestazioni sono state cariche di passione - ha aggiunto - la nostra comunità credo che sia determinatissima. Mi aspetto un grande risultato, anche perché negli altri partiti, sia per le provinciali che per le europee, c'è stata l'adrenalina dei candidati, da noi quella del movimento, del partito».


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. elezioni europee sardegna italia

permalink | inviato da simonespiga il 6/6/2009 alle 13:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

2 giugno 2009

Il 6/7 Giugno 2009 si Vota!

 

Il 6/7 Giugno 2009 si Vota per il Parlamento Europeo
" Per l'Europa dei Popoli e non dei Mercanti..."


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pdl europee sardegna

permalink | inviato da simonespiga il 2/6/2009 alle 18:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

29 maggio 2009

A Palermo il corteo per l'Europa

Si è svolto a Palermo il corteo nazionale per l'Europa promossa da Azione Giovani, Azione Universitaria e Azione Studentesca a cui ha partecipato anche il Sen. Nino STRANO, candidato alle Europee in Sicilia e Sardegna per la lista PDL.









4 maggio 2009

Elezioni Europee del 6 e 7 Giugno 2009

Il mio blog seguirà anche questa volta, come ormai avviene da diversi anni, la tornata elettorale e questa volta si dedicherà maggiormente alle Elezioni Europee è un pò meno a quelle Amministrative, anche se vi darò le mie preferenze per le Elezioni Amministrative nelle principali provincie e comuni dell'Italia.

un saluto
Simone

sfoglia
maggio