.
Annunci online

 
simonespiga 
militanza, comunità, volontariato, ambiente...
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Associazionismo - Volontariato - Notizie*****
Fare Verde
Fare Verde Cagliari
Unione Generale del Lavoro
Zeta Zero Alfa
NoReporter
Massimiliano Bonu
Fondazione Julius Evola
Alain De Benoist
Polaris
Novopress
Comunità Popoli
No al Calcio Moderno
I miei Amici Blogger *****
nonsolorossi
Michele Pisano Blog
Enzo Cumpostu
MaraLai
Ceciliaraba
Steppenwolf
Alessandro Serra Blog


LINK DELLA DESTRA SOCIALE
Gianni Alemanno
Destra Sociale
Roberta Angelilli
Area - la rivista
Area - Ass. Cult.
Fondazione Nuova Italia
Identitario
Sardegna Non Conforme
Settembre Nero
Terra di Mezzo - Crotone
Luigi Curci
Militanti Per la Vita
Le Cose da Dire
Frodo Baggins - Un Hobbit Controcorrente
Gianmario non conforme
Oronzo Cilli
Area Sabaudia
Antonio Pasquini
Luca Caremi
Destra Sociale Sabaudia
Carlo Fidanza
Francesco Sallustio Taranto
AltraDestra
Fedalmor
Gianmichele Nonne - Consigliere Comunale An Dorgali (NU)
  cerca

  


  ISCRIVETEVI ALLA
  Newsletter.it - Arretrati




















 

Diario | URLIAMOLO !!! | Appuntamenti | Con simpatia... | Quelli che il Blog... | Parcheggio Via Manzoni | Elezioni Sardegna 2005 | Abolire il 25 Aprile? | Solidarietà al Foro | Referendum 12/13 Giugno | Autodeterminazione dei popoli | Comitato per la scelta del Sindaco di Cagliari | Coordinamento Nazionale MUTUO SOCIALE | Strage di Bologna, vogliamo la verità! | Ascolta la nostra musica | Circoscrizione N°4 | Precariato ...ora basta! | Ultras...discutiamone | Giù le mani dalla Colonia Dux | TITTI LIBERO | Allarme sbarchi in Sardegna | Partito Unico, discutiamone... | No al termovalorizzatore di Ottana (NU) | No al signoraggio ! | Elezioni Politiche 2008 - 13 14 Aprile 2008 | No al Ponte sullo Stretto | Comunali ad Assemini - 15/16 Giugno 2008 | Sardegna - Elezioni Regionali 15/16 Febbraio 2009 | No al Nucleare! | Referendum Regione Sardegna - 5 Ottobre 2008 | Elezioni Europee 6/7 Giugno 2009 | No ai sequestri di persona | Elezioni Regionali 2010 | Elezioni Provinciali in Sardegna - 30/31 Maggio 2010 | Referendum Regionale contro il nucleare in Sardegna | Elezioni Comunali di Cagliari - 15/16 Maggio 2011 | Referendum contro il porcellum | Comitato Sardo Acque Sociali | No al Galsi | Referendum per la Sardegna - 6 Maggio 2012 | No Tav | Referendum per ridurre le indennità dei Parlamentari | Paola Musu Presidente del Consiglio - Elezioni Politiche 24 /25 Febbraio 2013 |
 
Solidarietà al Foro
1visite.

21 giugno 2007

Solstizio al Foro


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Foro 753 21 Giugno Destra Sociale Roma

permalink | inviato da simonespiga il 21/6/2007 alle 9:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

14 giugno 2007

Grande successo della manifestazione del Foro 753 a Roma

 Grande successo della manifestazione tenuta oggi di fronte alla sede della GERIT spa, sociatà incaricata dal comune di Roma della riscossione delle multe dei cittadini romani.

Un nostro legale era presente sul posto ed ha fornito consulenze gratuite ai cittadini che, inferociti da questi metodi da "cravattari", hanno sostenuto la nostra iniziativa.

Ricordiamo che abbiamo attivato un servizio di assistenza legale per le problematiche relative ai ricorsi sulle multe.

Ecco le foto della manifestazione.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Foro753 Roma Gerit spa

permalink | inviato da simonespiga il 14/6/2007 alle 19:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

14 giugno 2007

Cittadino reagisci!



Si sta svolgendo a Roma il presidio del Foro 753 a più tardi per le foto!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Foro 753 Presidio

permalink | inviato da simonespiga il 14/6/2007 alle 14:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

11 giugno 2007

Foro753


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Foro753 Roma Destra Sociale

permalink | inviato da simonespiga il 11/6/2007 alle 13:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

2 maggio 2007

Corso di grafica al Foro 753


Iniziano le attività del FORO.

Corso di Grafica e web-design

Tutti i lunedi ore 19.00

dal 14 Maggio




permalink | inviato da il 2/5/2007 alle 13:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

12 aprile 2007

21 Aprile, rinasce il Foro 753

Dopo 684 giorni il Foro rinasce.

E lo fa con una vittoria.

All’associazione culturale FORO753 infatti, è stato assegnato uno spazio dal Comune di Roma “per la riconosciuta valenza sociale dell’attività svolta dalla medesima”.

Cosa significa questo…

Significa che la portata dell’azione, concreta e reale, a volte supera i pregiudizi e false convinzioni.

Significa che FINALMENTE la cultura non è più, e non sarà mai più, a senso unico.

Significa che chi ha saputo costruire, oggi ne riceve il giusto e dovuto riconoscimento.

Ora inizia la sfida. Senza alibi, né condizionamenti.

Vi aspettiamo il giorno 21 Aprile, data di (ri)nascita.

Per brindare insieme!

Alla nostra vittoria!

E soprattutto a ROMA!

FORO 753




permalink | inviato da il 12/4/2007 alle 10:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

6 aprile 2007

Rinasce il Foro 753




permalink | inviato da il 6/4/2007 alle 21:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

12 giugno 2005

PROCREAZIONE: PEDRIZZI, UCCIDERE EMBRIONE PERCHE' NON VOTA?

ROMA,  ''Cosa dovremmo fare? Consentire l'uccisione del figlio allo stadio embrionale solo perche' questi non si vede a occhio nudo, non si sente, non vota alle elezioni e ai referendum, non paga le tasse, non guarda la pubblicita' in tv, non frequenta i centri commerciali? La dignita' e il diritto alla vita di un essere umano non dipende dalle sue dimensioni''. Lo afferma il senatore Riccardo Pedrizzi, presidente della Consulta etico-religiosa di Alleanza Nazionale, responsabile del partito per le politiche della famiglia. ''L'angolo visuale dei referendum contro la legge sulla procreazione medicalmente assistita - aggiunge Pedrizzi - e' sempre quello dell'adulto, mai quello del figlio concepito''. ''Il grado di laicita', cioe' di razionalita', di civilta', di democrazia, di liberalita' e di pluralismo di uno Stato - conclude - si misura dal grado di salvaguardia e di protezione dei diritti dei soggetti piu' deboli e indifesi. E Stato laico non vuol dire agnostico, indifferente ai valori''. (ANSA).




permalink | inviato da il 12/6/2005 alle 12:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

9 giugno 2005

Manifestazione degli avamposti di libertà




permalink | inviato da il 9/6/2005 alle 11:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

8 giugno 2005

ROMA: IL FORO 753 CHIUSO DA VELTRONI E MARRAZZO

(Tratto da IL SECOLO D'ITALIA - DI ANNALISA TERRANOVA) - Roma - Come da copione, come da noi già annunciato, il primo atto della giunta Marrazzo è stato un colpo basso al pluralismo culturale a Roma. Ieri mattina infatti è stato sgomberato il Foro 753, centro sociale non legato alla galassia no-global e frequentato da ragazzi di destra che, anziché organizzare rave party, in quei locali hanno attrezzato una palestra per la terza età e anziché fare affari con le birre alla cannabis vendute senza licenza organizzavano feste per i bambini del quartiere. Una realtà che operava al Celio da due anni e che il duo Veltroni-Marrazzo si è preoccupato di “oscurare” in tempi davvero sospetti. Cioè all’indomani dell’insediamento del centrosinistra alla Regione, proprietaria dell’immobile di via Capo d’Africa. Quasi una ripicca contro la precedente giunta Storace che non aveva voluto attivare le procedure di sgombero, finendo sotto accusa per la “protezione” accordata al Foro. «Continueremo con determinazione e spirito di sacrificio - dice il portavoce del Foro Marco Veloccia - a cercare spazi di libertà». Ma è sempre più difficile, a Roma, trovare un angolo, un giardinetto o una panchina che non siano stati già appaltati alla rete cosiddetta antagonista e che in realtà gode della protezione del Campidoglio, della Provincia e ora anche della Regione Lazio. «Siamo amareggiati perché secondo noi non si risolvono con azioni di sgombero i problemi relativi agli spazi sociali e culturali - continua Veloccia - e smentiamo categoricamente qualsiasi forma di accordo e rimaniamo ulteriormente delusi dalle istituzioni locali, che ancora una volta usano due pesi e due misure tra centri sociali di destra e di sinistra». Veloccia ha sottolineato l'importanza delle attività svolte dal Foro, «compresa la riqualificazione del palazzo di via Capo d'Africa in seguito al rifacimento della facciata» e ha sottolineato come «molte delle attività auspicate dal sindaco Veltroni, quali l'organizzazione di feste per bambini, il centro assistenza per gli anziani e l'asilo nido, siano già realtà tra le azioni svolte dal Foro». Dopo il dialogo aperto con il sindaco in seguito al primo tentativo di sgombero — ha aggiunto Veloccia — l'azione compiuta ieri rappresenta «una battuta d'arresto che dimostra una miopia politica a senso unico, ma il dialogo rimane aperto. Noi non ci arrendiamo». E Veltroni ieri pomeriggio si è recato nello stabile di via Capo d’Africa compiendo un sopralluogo con giornalisti e fotografi al seguito e limitandosi ad assicurare che garantirà altri spazi all’associazione “sfrattata”. Le attività del Foro inoltre non si sono bloccate: la conferenza sull'astensionismo attivo relativa ai referendum del 12 e 13 giugno, in programma ieri pomeriggio, si è tenuta lo stesso a Villa Celimontana. Molti gli esponenti di An che hanno accusato il sindaco Veltroni e tutta la sinistra che è al governo a Roma e nel Lazio di usare un intollerabile metodo doppiopesista sulla vicenda degli spazi giovanili. Tra i primi a denunciare le censure progressiste Fabio Schiuma, reduce da uno sciopero della fame di 18 giorni per ottenere una frequenza per Radio Cuore Tricolore. A lui si è affiancato Piergiorgio Benvenuti, capogruppo di An alla Provincia di Roma, il quale ha fatto notare che se Veltroni e Marrazzo elogiano l’azione di sgombero ora dovrebbero darsi da fare per liberare gli immobili occupati dai centri sociali di sinistra. «Roma è una città chiusa, altro che aperta - sottolinea a sua volta Luca Panariello, presidente di Azione sociale - e quello che è accaduto dipinge di tinte ancora più fosche il quadro che la città offre da settimane». Panariello cita lo sciopero della fame per Radio Cuore Tricolore, che è stato accolto da un assordante silenzio, e ricorda il diritto a manifestare negato ai militanti di Forza Nuova. Ultimo tassello lo sgombero definitivo del Foro 753 «nonostante la città subisca da anni le occupazioni degli ultimi epigoni dell’autonomia operaia». «Ormai - conclude Panariello - questa città è chiusa a chiunque non condivida le idee e i sogni di onnipotenza del sindaco Veltroni e dei suoi vassalli Gasbarra e Marrazzo».




permalink | inviato da il 8/6/2005 alle 15:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

7 giugno 2005

SGOMBERATO IL FORO753

Nella mattina di oggi, 7 Giugno 2005, verso le ore 9.30, è avvenuto lo sgombero dello stabile di Via Capo d’Africa27, occupato dall’Associazione Culturale “FORO 753” nel Settembre 2003. “Quello che sembrava un fantasma allontanato con la mobilitazione di centinaia di amici neanche un mese fa, è ritornato più prepotente che mai, rievocato da qualche magistrato o da qualche autorità istituzionale a cui non andiamo a genio”. È quanto dichiara Marco Veloccia, responsabile dell’Associazione Culturale FORO 753. Il FORO753 non si arrenderà – continua -. In una città in cui la speculazione edilizia si dimentica di stabili come questo di Via Capo d’Africa, lasciando puntualmente migliaia di famiglie senza una casa e tantissimi giovani senza uno spazio sociale dove potersi riunire, creando qualcosa di forte e costruttivo che non sia l’uso di droghe, dovrà esserci la nostra voce fuori dal coro”. “Il FORO753 non si arrenderà alla solita logica dei “due pesi e delle due misure”, soprattutto a Roma, dove le autorità istituzionali tollerano e foraggiano circa 40 centri sociali ‘okkupati’ sotto la stella rossa, diventati ormai centri di omologazione e di alienamento”. “Per questo – prosegue - continueremo la nostra battaglia, ideale e culturale, in difesa di tutti quegli ‘avamposti di libertà’, che rischiano di cadere sotto i colpi di un regime culturale, consolidato ormai da troppo tempo in Italia, determinati a far sopravvivere l’ideale del FORO, anche conquistando nuovi spazi”.  “Chi ha voluto questo – ha concluso Veloccia - se ne dovrà assumere tutte le responsabilità politiche”.

È prevista una conferenza stampa per le ore 12.30 davanti all’entrata dello stabile di Via Capo d’Africa, 27




permalink | inviato da il 7/6/2005 alle 12:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

15 maggio 2005

Manifestazione per il Foro - Mercoledi 18 - ROMA




permalink | inviato da il 15/5/2005 alle 17:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

10 maggio 2005

Foro 753, dietrofront: la lotta ha pagato

Dopo due giorni di presidio e resistenza civile, è stato rimandato sine die lo sgombero a via Capo d'Africa dove l'Ass. Foro 753 ha riqualificato una palazzina e svolge attività di grande spessore sociale ed aggregativo. Di Paolo, Schiuma e Piso hanno guidato le trattative e saputo parlare ai ragazzi impegnati nella preziosa attività quotidiana a via Capo d'Africa. La disparità di trattamento che da anni si riscontra a Roma in merito alla gestione degli spazi autogestiti è tale che il sindaco ha dovuto ammettere che solo attraverso una soluzione politica si può superare il dramma dell'emergenza abitativa e degli spazi di coesione sociale. Un plauso, oltre che ai tre rappresentanti che hanno condiviso con i ragazzi del Foro una notte di tensione, va a tutti i militanti che hanno risposto all'appello e che hanno presidiato lo stabile. Una storia politica, sociale, comunitaria: è stato importante e bello esserci dall'inizio.




permalink | inviato da il 10/5/2005 alle 18:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

10 maggio 2005

Arroganza istituzionale contro la partecipazione, arroganza politica contro la libertà di espressione

In relazione al tentativo di sgomberare la struttura in Via Capo d’Africa, occupata dall’Associazione Foro 753, il Presidente di Azione Sociale (federazione di associazioni del volontariato e del terzo settore) Luca Panariello ha dichiarato quanto segue:  “Quanto avvenuto all’alba di oggi nel cuore di Roma, a pochi passi dal Colosseo, getta un’ombra inquietante sul futuro della Città e della Regione. Sembra quasi che la “Triade” istituzionale guidata dal sindaco Veltroni, con il supporto dei “sottopancia” Gasbarra e Marrazzo abbia voluto lanciare un preciso segnale dimostrativo di quello che sarà il metodo di dialogo con le realtà partecipative e non conformiste presenti ed operanti sul territorio.“È sospetta ed inquietante – ha proseguito Panariello – la puntuale coincidenza tra l’insediamento del neo presidente della Regione Lazio ed il tentativo di chiudere l’esperienza del Foro 753. Non è un mistero, infatti, che il sindaco di Roma ha più volte manifestato la propria intolleranza rispetto ad un’iniziativa che, evidentemente, non rientra nei canoni cari alla maggioranza capitolina. “Questa città sopporta da anni le okkupazioni perpetrate dagli ultimi reduci “ritardati” dell’Autonomia Operaia, rispetto alle quali il sindaco Veltroni non ha mai avuto nulla da dire, anzi ha trovato più volte il modo di premiare quel D’Erme, consigliere capitolino che ne rivendica la logica e la paternità. Quella del Foro 753 è un’esperienza da condannare perché non rispetta quel cliché.“I ragazzi del Foro 753 hanno trasformato un edificio (all'atto dell'occupazione) semi pericolante, in una struttura sociale realmente aperta alla vita del rione. Presso il Foro 753, diversamente che in altre strutture occupate della capitale, l'accesso è libero. Non ci sono strani traffici da nascondere, non ci sono spettacoli a pagamento che arricchiscono alcuno, non si svolgono corsi di approfondimento delle tecniche di guerriglia urbana. E' una voce libera e, in quanto tale, va fatta tacere”.  “Dobbiamo dire grazie – ha concluso Panariello – ai ragazzi ed ai cittadini del rione che si sono mobilitati la notte scorsa per difendere l’esperienza del Foro 753. Come già accaduto in passato, Azione Sociale non mancherà di offrire il proprio supporto in questa che si profila come una vera e propria battaglia di libertà…..una bella battaglia”.

Azione Sociale




permalink | inviato da il 10/5/2005 alle 9:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

9 maggio 2005

Sostieni il FORO 753


CLICCA




permalink | inviato da il 9/5/2005 alle 23:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

9 maggio 2005

IL FORO NON SI TOCCA! per ora non passa lo sgombero

Una mobilitazione di centinaia tra cittadini, militanti e parte delle istituzioni fronteggia e al momento ferma lo sgombero del FORO 753 all'alba di oggi.


Alle 5.30 di questa mattina mattina un gruppo composto di centinaia tra cittadini, militanti e rappresentanti istituzionali ha fronteggiato e respinto in maniera pacifica e ordinata l'atto di sgombero del Foro 753 messo in atto dalle forze dell'ordine in Roma presso lo stabile Via Capo D'Africa. Il giro di vite promesso dalla prefettura prende corpo tentando di affondare una realtà politico sociale reale, trasversale fortemente voluta e sostenuta dai cittadini, che durante tutta la notte hanno partecipato al presidio per impedire il vergognoso atto.




permalink | inviato da il 9/5/2005 alle 14:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

9 maggio 2005

VERGOGNA: A ROMA LA POLIZIA SGOMBERA IL FORO 753

ROMA: SGOMBERATO STABILE OCCUPATO DA ASSOCIAZIONE 'FORO753' Roma, 9 mag. (Adnkronos) - Le forze dell'ordine dalle sei di questa mattina stanno sgomberando lo stabile occupato dall'associazione Foro753 in via Capo d'Africa 27 a Roma, una ex casa del popolo, vicina al Colosseo, dove dovrebbe essere allestito il museo della Shoah e che da settembre e' diventata un centro sociale di destra. ''In questo modo -scrive Foro753 in una nota- viene ricompensata dalla 'premiata ditta Veltroni-Marrazzo' la politica sociale portata avanti dall'Associazione Culturale Foro 753 che dal settembre del 2003 ha riqualificato l'ex Casa del Popolo abbandonata dal 1958''. Alle 12 Foro753 terra' una conferenza stampa in via Capo d'Africa 27, ''riguardante la grave situazione che si e' venuta a creare questa mattina, che tuttora sta proseguendo, e che con tutta probabilita' portera' allo sgombero dello stabile da parte delle forze dell'ordine''. Alla conferenza, oltre ai responsabili dell'Associazione, parteciperanno Vincenzo Piso, presidente della Federazione romana di Alleanza Nazionale; Fabio Sabbatani Schiuma, vicepresidente del consiglio comunale e consigliere di An; Pietro Di Paolo, consigliere regionale di An; Barbara Saltamartini, consigliere provinciale di An, e Alessandro Cochi, consigliere del I Municipio.

ECCO LE PRIME FOTO




permalink | inviato da il 9/5/2005 alle 9:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia
maggio