Blog: http://simonespiga.ilcannocchiale.it

Spiga (An Fli): L'ultimo posto di Cappellacci nei rilevamenti del Sole 24 Ore è la conferma del suo fallimento



Peggio di così non poteva andare,  Il presidente della Regione Sardegna Ugo Cappellacci è all'ultimo posto in Italia nell'indice di popolarità tra gli elettori, nel sondaggio pubblicato ieri dal quotidiano economico Il Sole 24 Ore.
"Una rilevazione statistica molto importante, utilizzata dai Partiti per verificare i gradimenti non solo dei politici locali", afferma Simone Spiga, Coordinatore Regionale di Arcipelago Nazionale, aderente a Futuro e LIbertà.
"Le interviste sono state effettuate tra il 12 Settembre e il 18 Dicembre e quindi per il caso Sardegna non posso essere state condizionate dal rinvio a giudizio di Cappellacci che è stato emesso dalla Magistratura il 27 Dicembre 2011 e che anzi avrà di certo peggiorato il gradimento del Presidente Cappellacci", denuncia Spiga.
"Il sondaggio verifica il gradimento dei vari amministratori e la manifestazione delle intenzioni di voto nel caso di elezioni, in questo modo il sondaggio ha permesso di tracciare, dati alla mano, il livello di popolarità di un singolo amministratore con uno sguardo di riferimento alle elezioni che lo hanno portato in carica. Cappellacci, governatore alla guida della Regione dal 2009, non ha nulla da festeggiare. Si trova nel punto più basso classifica: con appena il 46 per cento delle preferenze e 5,9 punti in meno rispetto ai risultati raggiunti alle elezioni", afferma Spiga.
"Il Coordinamento Regionale di Arcipelago Nazionale esorta il Gruppo Consiliare di Futuro e Libertà in Consiglio Regionale di uscire immediatamente dalla maggioranza che non rappresenta in alcun modo il volere dei sardi e di aprire urgentemente un tavolo con tutte le forze politiche autonomiste, oltre al Terzo Polo per sfiduciare Cappellacci e costruire un grande progetto identitario per il futuro della Sardegna", conclude Simone Spiga.

Pubblicato il 17/1/2012 alle 9.23 nella rubrica URLIAMOLO !!!.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web